Skip to content

Miti ruggiti

05/11/2015
By Paolo Venturi in tv libere

Tele Leonessa SMVLa Leonessa d’Italia è la città di Brescia, quindi Tele Leonessa SMV trasmetteva da quella città, ma SMV per cosa stava ?

SMV è l’acronimo, piuttosto usato, con cui i parrocchiani indicano la chiesa di Santa Maria della Vittoria, ed infatti questa è un’emittente parrocchiana e, a leggere quanto scritto nel loro sito, fu anche la prima del genere in Italia !

 

 

Infine venne la “ciliegina sulla torta”: Teleonessa SMV, prima emittente parrocchiale televisiva d’Italia (a Barlera piacevano i primati)

Padre Barlera era il parroco iperattivo che dal ’61 resse l’istituzione e che si prodigò nel

completamento della sistemazione interna della chiesa, l’organo, il rifacimento del presbiterio, la cripta, l’ampliamento a più riprese del fabbricato del Circolo, il fabbricato interrato dell’oratorio, i suoi ampliamenti, il teatro, la palestra, il parco, ecc.

e nell’80 ebbe questa bella idea di fondare Tele Leonessa SMV.

In verità ho dato un’occhiata veloce alla famosa Tele Pace e sembra che quest’ultima sia partita prima, nel ’79, ma non starò certo io a cercare il pelo nell’uovo 🙂

La programmazione è immaginabile che puntasse molto all’autoproduzione con l’intento di rendere partecipi quante più persone possibili a questa emittente comunitaria.

L’avventura andò avanti fino al ’98 (quindi passando con successo attraverso le forche caudine della legge Mammì !) ma in quell’anno dovette chiudere i battenti e vendere l’asset più importante, il canale 33.

Be Sociable, Share!

Tags:

Comment Feed

No Responses (yet)

You must be logged in to post a comment.