Skip to content

By admin in tv estere

La storia dell’australiana Capital 7 è piuttosto semplice.

Nasce a Canberra nel ’60 e le viene assegnata la sigla CTC ed il canale di trasmissione: il 7 VHF.

Ottenuta la licenza va alla ricerca di un bel posto in cui piazzare il trasmettitore per coprire tutta la città e, in collaborazione anche con l’emittente statale, l’ABC, alla ricerca anche lei di un sito, si decide per la Black Mountain.


Telecommunication Tower Black Mountain: Canberra - Capital 7 (Australia)

Telecommunication Tower Black Mountain: Canberra - Capital 7 (Australia)



Si noti come molto gentilmente (e fieramente) con una penna rossa mi avessero indicato anche dove stava fisicamente la loro antenna :-)

Interessante il fatto che il primo bel trasmettitorone usato sulla Black Mountain per irradiare la CTC fosse italiano, della allora Co-El ! Ho fatto una veloce indagine ed ho visto che questa bella azienda di Lissone (MB) ancora esiste anche se ha cambiato nome in SyES. Complimenti !!! Un’azienda italiana di tecnologia avanzata apprezzata in Australia già nel ’62 ! Mica male !

La prima trasmissione ufficiale della CTC è datata 2 giugno 1962. Dopo un po’ di tempo, non so quanto, si scelsero un nome più cool. Essendo della capitale e trasmettendo sul canale 7 si chiamarono Capital 7 :-)


Capital 7 - Australia

Capital 7 - Australia

Capital 7 - Australia

Capital 7 - Australia


Negli anni ’80 in Australia, oltre alla ABC nazionale, si andavano formando tre grosse syndacation televisive, cioè aggregazioni di televisioni locali in rete tra loro. Il fine era naturalmente quello di sostenere il peso economico delle grandi produzioni o degli acquisti importanti e della collaborazione nella copertura di avvenimenti locali. Pur essendo “possedute” dalla rete o da altri gruppi editoriali televisivi, queste emittenti continuavano a produrre trasmissioni locali anche se molto del palinsesto era in comune.

Questo è un modello che era stato tentato anche in Italia prima che lo tsunami Fininvest si prendesse tutto. Forse attualmente 7 Gold è quanto di più simile. Comunque c’è da dire che probabilmente è un modello che, per le dimensioni geografiche del nostro paese rispetto a quelle dell’Australia o degli USA, non ha molto senso.

Le tre reti australiane commerciali erano, e tutt’ora sono, Nine Network, Seven Network e Network Ten, in ordine di importanza. Si tratta di reti principalmente metropolitane, nel senso che, data anche la distribuzione della popolazione in Australia, tendono ad essere presenti quasi esclusivamente nelle grandi città, ove lo stato ha in effetti assegnato solo tre licenze.

I documenti che sto pubblicando mi arrivarono nel luglio 86. Un anno dopo Capital 7 venne venduta al Network Ten perdendo così il proprio nome e logo per fare spazio a quello del network :-(


Logo - Capital 7 (Australia)

Logo - Capital 7 (Australia)



E così finisce anche la storia di Capital 7, inghiottita dal solito network… non lamentiamoci quindi troppo che noi in Italia non si sia riusciti a mantenerne un migliao, le logiche di mercato non seguono i nostri desideri.

Ancora due pagine su “Come funziona una stazione televisiva”. Mi piace sempre quando parlano delle futuristiche trasmissioni via satellite :-)


How a television station works - Capital 7 (Australia)

How a television station works - Capital 7 (Australia)

How a television station works - Capital 7 (Australia)

How a television station works - Capital 7 (Australia)


Ed infine gli auguri di buon anno… a luglio… mah, sarà che sono dall’altra parte del mondo :-) Però li gradii ;-)

Auguri da Capital 7 - Australia

Auguri da Capital 7 - Australia


Be Sociable, Share!

Tags:

Comment Feed

No Responses (yet)

You must be logged in to post a comment.