Skip to content

By Paolo Venturi in tv estere

Eh, qui le cose non sono semplici.
La ERT (in lettere greche scritta EPT) è l’emittente nazionale greca, la Ελληνική Ραδιοφωνία Τηλεόραση.

Quando gli scrissi mi risposero anche loro molto gentilmente…

ERT (EPT)

…anche se poi l’unica cosa che mi mandarono fu una bella foto del loro PM5544.

ERT (EPT)

Comunque niente da dire, cortesi.

Il problema è ai giorni nostri: esiste ancora la ERT ?

Mah, la crisi economica di questi anni ha portato il governo greco a decretarne la chiusura in toto d’emblée. L’11 giugno 2013 la ERT è stata abolita in quanto “paradiso dello spreco”.

I suoi 2656 dipendenti (licenziati in tronco) hanno protestato, hanno fatto le barricate. L’EBU li ha aiutati a tenere vivo il segnale via satellite e via internet, il governo ha proposto una nuova entità, la NERIT, non so chi ha creato la ΔΤ (Δημόσια Τηλεόραση – Dimosia Tileorasi – Public Television). Pure il dominio ert.gr è stato tolto dai DNS e l’ultima traccia la si può trovare solo sulla WayBackMachine. Però la rete regionale, la ET3, sembra ancora on-air via satellite e dicono pure in digitale terrestre, anche se il nome di dominio su cui hanno il sito, ertopen.com, suona un po’ da ultima barricata. C’è anche il canale YouTube della ERT che sembra attivo. Il secondo canale, NET, che continuava a resistere grazie all’EBU, sembra sia stato chiuso direttamente dalla polizia il 7 novembre 2013.

Mah, vedremo, veramente un bel casino.

Come ironicamente amara chiusura al post, il fine programmi della ERT degli anni ’90.



Be Sociable, Share!

Tags:

Comment Feed

No Responses (yet)

You must be logged in to post a comment.